Donne al Famedio

"L'onore del Famedio è il segno tangibile della memoria sospesa tra il tempo e l'eternità ed è la testimonianza della ricchezza che la città ha ereditato dai suoi figli migliori: una nuova conferma dei valori civili e morali che sono alla base dell'identità della storia ambrosiana".

Con queste parole la Presidente del Consiglio comunale Elena Buscemi e il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, hanno introdotto i nomi di coloro che, il 2 novembre 2021, hanno ricevuto gli onori del Famedio e sono stati iscritti nelle lapidi commemorative. In questa stessa occasione, dopo 155 anni dall'inaugurazione del Cimitero Monumentale, nel Tempio della Fama di Milano è stata tumulata la prima donna, Carla Fracci, divenendo così l'ottava cittadina illustre qui accolta e omaggiata. Proprio attraverso la storia di Carla Fracci, protagonista della vita artistica e culturale, nazionale e internazionale, professionista dalla straordinaria umanità, Il Cimitero Monumentale vuole avviare un racconto dedicato ai personaggi femminili onorati nel Famedio, ricostruendo le loro vicende e le loro imprese attraverso i documenti d’archivio della Commissione Consultiva per le Onoranze al Famedio e dedicando a ciascuna uno spazio di memoria.

Come ha affermato lo stesso Sindaco Sala nel suo discorso del 2 novembre 2021: "Questo omaggio [...] è il segno di una società che sta velocemente e inesorabilmente superando retaggi e pregiudizi del passato e vede il mondo femminile affermarsi nelle professioni, nella politica e in tutte le espressioni della vita sociale. Un segno insomma di una società più matura e più giusta. 

 

Maria Corti

Maria Corti

Carla Fracci

Carla Fracci

Lalla Romano

Lalla Romano