Edicola Cusini

Edicola Cusini


Edicola Cusini

Scheda

Denominazione:
Edicola Cusini
Posizione:
Rialzato AB di Levante
Autore:
Arrigo Minerbi (scultore), Adolfo Zacchi (architetto)
Data esecuzione:
1925

In fondo al Rialzato AB di Levante, si trova l’Edicola della famiglia Cusini, il cui monumento raffigura uno dei momenti più celebri della vita di San Francesco d’Assisi (1181-1226), la leggendaria predica agli uccelli. L’opera è caratterizzata da un forte naturalismo, evidente nella varietà dei movimenti e delle specie ornitologiche raffigurate. La scena è ingentilita e resa ancor più coinvolgente da due alberelli in rame dai quali sgorga acqua. Gli autori dell’Edicola sono Adolfo Zacchi, che ne ha curato la struttura architettonica e Arrigo Minerbi, al quale si deve il gruppo scultoreo dal titolo esplicativo San Francesco che parla agli uccelli.

Il santo è conosciuto per il suo grande amore e carità non solo verso i bisognosi, ma anche nei confronti degli animali: in tal senso sono divenuti celeberrimi episodi biografici come la già citata predica agli uccelli o l’incontro con il feroce lupo di Gubbio, ammansito dalle parole dell’assisano.

Arrigo Minerbi (1881-1960), scultore ferrarese autore dell’Edicola Cusini, è uno degli artisti più prolifici all’interno del panorama artistico non solo del Cimitero Monumentale, ma anche milanese. Una delle sue opere più celebri è la porta sinistra del Duomo di Milano, dedicata al tema dell’Editto di Costantino e realizzata nel 1948. Sempre a Milano, è di sua realizzazione la Cappella Conti nella chiesa di S. Maria delle Grazie. Al Cimitero Monumentale si ricordano i suoi contributi per l’edicola Falck (1955) e per i monumenti Dell’Avalle (1924), Del Mar (1926) e Boeri (1957).

 

C.Z.

Questa Edicola è parte dei seguenti percorsi in evidenza:
Animali - Spiriti liberi al Monumentale
Arrigo Minerbi, il vero ideale

In evidenza

Animali - Spiriti liberi al Monumentale
Animali - spiriti liberi

Animali - Spiriti liberi al Monumentale

Arrigo Minerbi, il vero ideale
Luisa Falck

Arrigo Minerbi, il vero ideale