Garibaldini al Monumentale

Garibaldini al Monumentale

Fra i nomi di coloro che al Cimitero Monumentale di Milano trovano riposo, vi sono anche quelli di molti dei volontari che parteciparono, al seguito di Garibaldi, alle numerose imprese risorgimentali di metà Ottocento, ricordati in questo luogo per le loro coraggiose gesta e i loro ideali patriottici.

Il termine Risorgimento fa riferimento non solo a un periodo storico, ma anche al complesso insieme delle trasformazioni culturali, sociali, politiche, economiche, letterarie che plasmarono l’Europa nel corso del XIX Secolo, rinforzando e accrescendo negli animi dei popoli forti sentimenti romantici di libertà, indipendenza e appartenenza. Si può dire che, in Italia, questo articolato processo evolutivo sia iniziato con i moti del 1820-21, culminando con la breccia di Porta Pia, nel 1870. L’annessione di Roma al neonato Regno d’Italia, sviluppatosi a seguito dello sbarco di milizie volontarie capitanate da Giuseppe Garibaldi a Marsala, nel 1860, sancisce idealmente la fine di un periodo storico.

In questo percorso avremo modo di scoprire alcune delle figure risorgimentali legate alla città di Milano, le cui gesta sono profondamente intrecciate agli eventi che hanno condotto all’Unità d’Italia come, ad esempio, alcuni protagonisti della Spedizione dei Mille: Giuseppe Sirtori, Giuseppe Missori, Antonio Semenza e Nicostrato Castellini. Oltre ai loro nomi, nel Famedio, è ricordato quello dello stesso Giuseppe Garibaldi. Il Cimitero, infatti, non è solo un luogo in cui ripercorrere i momenti delle diverse stagioni artistiche che hanno modellato le sculture e architetture qui presenti; nei suoi Riparti si può leggere anche la storia cittadina e della nazione, un racconto corale di testimonianze e ricordi che si intrecciano a formare un coloratissimo arazzo narrativo.

La trama della vicenda risorgimentale si snoda a partire dalle Gallerie Superiori AB, in prossimità del Famedio, ove sono collocate quattro grandi lapidi dedicate ai reduci delle Giornate di Milano e delle battaglie d’Italia. Nei Rialzati, le sepolture di soldati e patrioti, o le lapidi celebrative, perpetuano il ricordo dei protagonisti di quelle vicende. Questa passeggiata si sviluppa sul tema della memoria, più che su quello artistico: un’occasione per riflettere sugli eventi che hanno decretato l’unificazione nazionale, ponendo fine ad innumerevoli anni di lotte e divisioni politiche.

G.T.

Itinerario

Mappa Percorso Lungo
  • 1

    Giuseppe Garibaldi - Famedio ricordati, ala Nord

    scultore: Giovanni Spertini, anno 1887

  • 2

    Sepoltura Giuseppe Missori - Cripta del Famedio, Pilastro 26 di Levante, n. 1

  • 2

    Sepoltura Oreste Bronzetti - Cripta del Famedio, Pilastro 22 di Levante, n. 3

  • 2

    Sepoltura Giuseppe Sirtori - Cripta del Famedio, Pilastro 14, n. 2

  • 3

    Monumento Frigyesy Gusztáv - Galleria BC di Levante Superiore, Pilastro 2

    scultore: Ròbert Csìkszentmihàlyi, ingegnere: Luigi Valentino Balladore, anno 2007

  • 4

    Monumento Felice Bisleri - Emiciclo, spazio 9ABC

    scultore: Tullio Brianzi, anno 1922

  • 5

    Monumento Riccardo Luzzatto - Rialzato A di Ponente, spazio 2 bis

    scultore: Costantino Pandiani, anno 1894

  • 6

    Monumento Antonio Semenza - Rialzato A di Ponente, giardino 12R

    scultore: Egidio Pozzi, anno 1877

  • 7

    Monumento Carlo Antongini - Rialzato A di Ponente, giardino 218

    scultore: Luigi Panzeri, anno 1904

  • 8

    Monumento Ercole Antonietti - Riparto IX, spazio 247

    scultore: Luigi Panzeri, anno 1919

  • 9

    Monumento Nicostrato Castellini - Riparto X, spazio 252

    scultore: Luigi Gilberto Buzzi, anno 1867

  • 10

    Monumento Alessandro Carissimi - Riparto XI, spazio 34

    scultore: Alessandro Magni, anno 1903-1904

Mappa Percorso Breve
  • 1

    Giuseppe Garibaldi - Famedio ricordati, ala Nord

    scultore: Giovanni Spertini, anno 1887

  • 2

    Sepoltura Giuseppe Missori - Cripta del Famedio, Pilastro 26 di Levante, n. 1

  • 2

    Sepoltura Oreste Bronzetti - Cripta del Famedio, Pilastro 22 di Levante, n. 3

  • 2

    Sepoltura Giuseppe Sirtori - Cripta del Famedio, Pilastro 14, n. 2

  • 3

    Monumento Frigyesy Gusztáv - Galleria BC di Levante Superiore, Pilastro 2

    scultore: Ròbert Csìkszentmihàlyi, ingegnere: Luigi Valentino Balladore, anno 2007

  • 10

    Monumento Alessandro Carissimi - Riparto XI, spazio 34

    scultore: Alessandro Magni, anno 1903-1904

  • 9

    Monumento Nicostrato Castellini - Riparto X, spazio 252

    scultore: Luigi Gilberto Buzzi, anno 1867

Media Gallery

1. Giuseppe Garibaldi
1. Giuseppe Garibaldi
2. Sepoltura Giuseppe Missori
2. Sepoltura Giuseppe Missori
3. Sepoltura Oreste Bronzetti
3. Sepoltura Oreste Bronzetti
4. Sepoltura Giuseppe Sirtori
4. Sepoltura Giuseppe Sirtori
5. Monumento Frigyesy Gusztáv
5. Monumento Frigyesy Gusztáv
5. Monumento Frigyesy Gusztáv (particolare)
5. Monumento Frigyesy Gusztáv (particolare)
6. Monumento Felice Bisleri
6. Monumento Felice Bisleri
6. Monumento Felice Bisleri (particolare)
6. Monumento Felice Bisleri (particolare)
7. Monumento Riccardo Luzzatto
7. Monumento Riccardo Luzzatto
8. Monumento Antonio Semenza
8. Monumento Antonio Semenza
9. Monumento Carlo Antongini
9. Monumento Carlo Antongini
9. Monumento Carlo Antongini (particolare)
9. Monumento Carlo Antongini (particolare)
10. Monumento Ercole Antonietti
10. Monumento Ercole Antonietti
10. Monumento Ercole Antonietti (particolare)
10. Monumento Ercole Antonietti (particolare)
11. Monumento Castellini
11. Monumento Castellini
11. Monumento Castellini (particolare)
11. Monumento Castellini (particolare)
11. Monumento Castellini (particolare)
11. Monumento Castellini (particolare)
11. Monumento Castellini (particolare)
11. Monumento Castellini (particolare)
12. Monumento Alessandro Carissimi
12. Monumento Alessandro Carissimi